10 regole per non annoiare gli invitati al tuo matrimonio

10 regole per non annoiare gli invitati al tuo matrimonio

10 regole per non annoiare gli invitati al tuo matrimonio

La fatidica data si avvicina e probabilmente non siete i soli ad essere in trepidazione: i vostri genitori, amici e parenti attendono il Big Day per condividere con voi una grande gioia! Come abbiamo visto, il matrimonio è infatti fonte di condivisione e felicità, ma anche un evento che genera aspettative e commenti ahimè non sempre positivi: ricordate quando elencavamo le cose di cui tutti parleranno, che vi piaccia o meno?

Per questo, meglio non farsi cogliere impreparati, ripassando in primis la lista delle cose che tutti gli sposi dimenticano. Come regalare una giornata memorabile a voi e a tutti i vostri cari? Garantendo loro una location spettacolare e facilmente raggiungibile, un menù prelibato ed una festa che non dimenticheranno mai.

Oggi volevamo concentrarci su quest’ultimo aspetto. Il ricevimento nuziale dura in media una decina di ore, coinvolge invitati delle più svariate fasce di età e prevede dei momenti di rito quali il lancio del bouquet o il taglio della torta. Fatta eccezione per il maltempo, contro il quale nulla possiamo, qual è il grande rischio in cui è possibile incappare durante una giornata così impegnativa?

La NOIA. Già.


Non c’è niente di peggio che origliare i commenti a caldo di invitati che si stiano annoiando. Come scongiurare questo temibilissimo rischio?

Ecco quali sono le 10 ‘noiosità’ da evitare:

1. Dare indicazioni precise, perchè l’arrivo non si trasformi in una caccia al tesoro

Una location spettacolare ma fuori mano può generare spostamenti difficoltosi; noi vi consigliamo, tra le domande da porre alla location vi sono molti dettagli legati alla struttura, alla capienza ed all’accessibilità.

2. L’arrivo della sposa: concesso un quarto d’ora di ritardo al massimo.

I preparativi della sposa, si sa, è normale che richiedano un certo tempo, tra trucco, parrucco ed ultimi ritocchi. Tuttavia, ciò non giustifica che venga ritardata l’intera cerimonia né che l’attesa superi tempi ragionevoli, onde evitare di spazientire gli invitati e di aumentare la tensione della sposa stessa, portandola alle stelle.

Organizzare il tutto per tempo e rispettare la tabella di marcia sarà un aspetto non indifferente per una giornata stress-free.

3. Dedicare alle foto il giusto tempo

Non attardarsi in chiesa o in municipio come fosse un set fotografico è un segno di rispetto nei confronti degli invitati, che nel frattempo dovranno attendervi magari sotto il solleone o la pioggia. Per questo, stabilite in anticipo con il vostro fotografo tempistiche e programma: potrete prepararvi ad un primo incontro conoscitivo con il professionista definendo una serie di domande: noi, come studio fotografico, siamo a disposizione!

4. Non rendere eterno il tempo dell’aperitivo

Passiamo ora ad un aspetto fondamentale di ogni ricevimento nuziale: il banchetto. Che abbiate optato per un rinfresco a buffet o per una cena tradizionale, il tutto sarà preceduto da un cocktail di benvenuto che in ogni caso non deve durare più di un’ora. Sono d’accordo gli esperti di catering, ma anche food blogger che optano per formule innovative ed informali come lo street food.

5. Non tenere gli invitati a tavola per più di due ore e mezzo

Fino a qualche anno fa, l’unica opzione prevista per un ricevimento era un maxi pasto che occupava l’intero pomeriggio, costringendo gli invitati a stare seduti durante pranzi o cene interminabili, rinchiusi dentro una stanza. Ora le cose sono cambiate e sempre più numerose sono le coppie che optano per menù altrenativi più snelli e friendly: ciò influisce anche sulla durata del banchetto, che non deve occupare più di due ore con un bonus extra di mezz’ora al massimo. Un tempo ideale per gustare portate ricche ma semplici, assicurando così un modo diverso di sposarsi, glamour ma senza esagerazioni”.

6. Organizzare gli intervalli durante il pasto

Per non spezzare il ritmo, meglio non fare un intervallo lungo fra il primo e il secondo piatto, piuttosto fra il secondo e la torta.

7. Non lasciare che la musica uccida la conversazione

Che festa sarebbe senza musica? “La musica è un elemento fondamentale che determinerà la riuscita della festa, ma è necessario affidarsi ad un artista preparato tecnicamente ed artisticamente possa offrire qualità, esperienza, serietà e dettaglio”. Dj e musicisti sono di fondamentale importanza, purché sappiano rispettare i diversi momenti del ricevimento, facendo della musica non la protagonista assordante,ma un piacevole accompagnamento.

8. Non lasciare gli invitati in piedi troppo a lungo

Sappiamo bene che durante la cerimonia ci sono dei tempi solo per gli sposi, quali il primo ballo e soprattutto la sessione di foto. Ma meglio pensare che ci sono decine di persone (a volte, centinaia!) che ci stanno accompagnando nello svolgimento della cerimonia e pensare a spazi ed angoli comodi soprattutto per anziani e bambini fa davvero la differenza. A proposito degli ospiti più piccini, avete già visto come è possibile intrattenerli durante un matrimonio? Molte location sono organizzate, chiedete a loro per primi oppure informatevi ci sono molti gruppi che se ne occupano.

9. Studiare la distribuzione dei tavoli

Stilata la lista degli ospiti, pensare a come distribuire i commensali ai tavoli è di importanza fondamentale. Favorire la conversazione tra chi pensiamo possa avere argomenti in comune per caratteristiche, stile di vita ed età, ed occuparsi in particolare degli ospiti ‘single’. Non che gli sposi si debbano improvvisare provetti cupidi, ma considerare che spesso ai matrimoni si creano tante belle conoscenze.

10. Have fun!

Lo sappiamo, il matrimonio è il vostro Giorno più bello, un rituale sacro per chi opta per il rito religioso ed un grande passo che vi cambia la vita, ma è anche una grande festa! Dopo la formalità, tutti si devono divertire, ed uno degli errori più frequenti in cui incappano gli sposi c’è di sicuro il prendersi troppo sul serio.

Please follow and like us:

You must be logged in to post a comment.