I 5 must have del 2016 per lo sposo: pronto a prendere nota?

I 5 must have del 2016 per lo sposo: pronto a prendere nota?

Volenti o nolenti ammettiamolo: il protagonista di un matrimonio è per il 99,9% la sposa. Inutile negare che tutti gli occhi siano puntati su di lei: abito da sposa, acconciature, accessori e trucco vengono vagliati attentamente. Da tutti, nessuno escluso. Non a caso il look della sposa è in cima alla nostra classifica delle cose che tutti gli invitati notano, che ti piaccia o no.

Eppure, accanto a quell’angelo bianco che per mesi si è sottoposta a prove di abiti in atelier, pesando tutto quel che avrebbe dovuto mangiare prima del fatidico giorno e sottoponendosi alle diete più famose per fare in modo che cerniere e bottoni riuscissero a chiudersi a dovere, c’è lui: lo sposo.

Vestito di scuro sembra quasi che voglia mimetizzarsi. La colpa non è poi neanche tanto sua, considerato che la moda maschile sull’altare non si sbizzarrisce tanto quanto lo fa sulle passerelle delle varie fashion week. È vero però che un minimo di attenzione all’outfit non deve mancare nemmeno nel giorno in cui, un po’ per tradizione e un po’ per vanità, le luci della ribalta sono puntate,di più, su quella che da lì a breve diventerà la sua consorte.

Per ristabilire una sorta di par condicio e per cercare di dare un’adeguata dignità anche al guardaroba matrimoniale dello sposo, dopo avervi proposto come scegliere il look per lo sposo, secondo i dettami delle migliori sartorie ho stilato una lista delle cinque regole che un futuro marito dovrebbe seguire per arrivare all’altare adeguatamente elegante. Scopriamole insieme:

1. L’abito, se cucito a mano e su misura tanto meglio, dovrebbe essere blu e rigorosamente a tinta unita. Vietatissimi i tessuti lucidi.

2. Sì assoluto, ovviamente, alla cravatta possibilmente di seta stampata: da preferire il celeste o un grigio elegante, ma assolutamente da evitare cravattoni o nodi enormi che toglierebbero sobrietà e leggerezza all’outfit;

3. Un grande sì al fiore per l’occhiello (ricorda infatti che la giacca deve sempre avere un travettino nel retro del rever poco sotto l’asola) e, tra tutti, la gardenia è sicuramente la scelta migliore;

4. Sì alle bretelle, ma MAI con la clip: solo rigorosamente bottoni-munite;

5. E infine, riguardo alla scelta delle scarpe: nere – nessun altro colore è ammesso – e sempre ben spazzolate.

Chi invece può lasciarsi andare un po’ di più è ‘l’uomo ospite’ che, soprattutto per i matrimoni celebrati durante la stagione estiva, può permettersi di puntare su colori più accesi. Ricordiamoci che non siamo in spiaggia, quindi bandiamo il rosso, il giallo e il verde acceso: preferiamo quindi un blu più chiaro rispetto a quello dell’abito dello sposo e, specie per le cerimonie che hanno luogo al mare, un tessuto misto lino è un’ottima scelta magari abbinato a una cravatta di seta di maglia.

Ultimo consiglio, spassionatamente mio: il matrimonio dovrebbe essere la festa dell’amore. Quindi se anche sposo e ospiti queste regole se le saranno dimenticate o non ne avranno tenuto proprio conto, fregatevene: l’importante è divertirsi, vestirsi del proprio miglior sorriso e tenere a mente che l’amore, quello vero, trionfa. Sempre.

Please follow and like us:

You must be logged in to post a comment.